Il commento Osvaldo Migotto

Quei dittatori incollati alla poltrona

Il fenomeno, che un tempo riguardava soprattutto i Paesi africani, sta conoscendo un temibile revival

Image

Angela Merkel si appresta a lasciare la Cancelleria dopo essere stata alla guida del Governo per 16 anni. Un traguardo notevole per un politico di un Paese democratico. Diverso invece il discorso per chi al potere ci è arrivato sulla base di votazioni pseudodemocratiche o, peggio ancora, attraverso interventi armati. Il potere dei dittatori, come noto, tende spesso a prolungarsi nel tempo attraverso l’uso di metodi subdoli che spesso scoraggiano o soffocano la dissidenza interna. Non è un caso se al primo posto nella classifica mondiale sulla longevità politica troviamo Fidel Castro che ha guidato Cuba per ben 49 anni. Un rivoluzionario cubano salito al potere nel 1959 per cacciare il dittatore Fulgencio Batista y Zaldívar e poi diventato lui stesso leader di un regime autoritario. Ai nostri...

Vuoi leggere di più?

Sottoscrivi un abbonamento per continuare a leggere l’articolo.
Scopri gli abbonamenti al Corriere del Ticino.

Abbonati a 9.- CHF

Hai già un abbonamento? Accedi

©CdT.ch - Riproduzione riservata
Ultime notizie: Commenti
  • 1