L’editoriale Paride Pelli

Quel ritardo che condiziona le nostre vite

Leggi l’editoriale del direttore Paride Pelli dopo le decisioni del Consiglio federale

Image

Berna conferma la sua linea di grande cautela ma presta maggiore ascolto ai Cantoni: riapertura a tappe confermata dal 1. marzo e disponibilità a valutare intervalli di tempo più brevi per gli allentamenti successivi come richiesto, ad alta voce, anche dal Ticino. Il Consiglio federale è disposto dunque a riconsiderare la strategia cautelativa «mese per mese» ma tutto dipenderà dall’andamento della curva epidemiologica. La situazione a livello sanitario viene considerata instabile, soprattutto a causa delle varianti: la primavera alle porte non sembra aiutare in questo senso, con le persone che si muovono maggiormente e il virus che, di riflesso, potrebbe circolare con più facilità, come il caso di alcune province della Lombardia sta già dimostrando. Ancora una volta, a pagare lo scotto maggiore...

Vuoi leggere di più?

Sottoscrivi un abbonamento per continuare a leggere l’articolo.
Scopri gli abbonamenti al Corriere del Ticino.

Abbonati a 9.- CHF

Hai già un abbonamento? Accedi

©CdT.ch - Riproduzione riservata
Ultime notizie: Commenti
  • 1