Pandemia Ferruccio de Bortoli

Quella grande virtù che ha nome pazienza

Il commento di Ferruccio de Bortoli nei giorni dell’attesa

Image

In questo tempo sospeso della nostra vita la pazienza è una grande virtù. Ma va coltivata. Innaffiata di buon umore. Bisogna pensare anche ad altro durante la giornata. Distrarsi. «I pensieri la sera vanno riposti, si dorme meglio». È un detto popolare toscano. Preoccuparsi troppo, per chi rimane forzatamente a riposo, non risolve alcun problema. Di certo accelera l’ansia. Uno studio sulla psicologia personale distingue tre aree di reazione. La prima è quella della paura (l’accumulo di medicine e cibo in eccesso); la seconda è quella dell’apprendimento (coscienza del pericolo, verifica, controllo delle emozioni); la terza è quella della crescita. Ovvero, empatia, ricerca di uno scopo, talento a disposizione degli altri, progettualità. L’antica saggezza dei proverbi è un buon viatico. Un amico...

Vuoi leggere di più?

Sottoscrivi un abbonamento per continuare a leggere l’articolo.
Scopri gli abbonamenti al Corriere del Ticino.

Abbonati a 9.- CHF

Hai già un abbonamento? Accedi

©CdT.ch - Riproduzione riservata
Ultime notizie: Commenti
  • 1