Il Governo italiano è in crisi. Dopo aver incassato in due giorni il sì a due provvedimenti ai quali teneva molto, l’on. Salvini ha deciso di staccare la spina al traballante Governo del prof. Conte. Il secondo di questi provvedimenti, il decreto sicurezza bis, riscrive l’architettura istituzionale della Repubblica italiana, ponendo al centro del potere esecutivo il ministro degli interni. È un caso unico al mondo, anticipato d’altra parte dalle continue scorribande dell’on. Salvini in settori non di sua competenza: dall’economia, alla diplomazia, ai trasporti, alla difesa. D’altra parte, i risultati conseguiti su tutti i fronti rendono i suoi contributi irrinunciabili, almeno a suo parere. Però, per modestia, ha pensato meglio di lasciare il timone adesso, prima di raccogliere in autunno...

Vuoi leggere di più?

Sottoscrivi un abbonamento per continuare a leggere l’articolo.
Scopri gli abbonamenti al Corriere del Ticino.

Abbonati a 9.- CHF

Hai già un abbonamento? Accedi

©CdT.ch - Riproduzione riservata
Ultime notizie: Commenti
  • 1