Il commento Osvaldo Migotto

Se a Malta il premier Muscat fa lo gnorri

Omicidio Daphne Caruana: proseguono nella capitale le manifestazioni di piazza per chiedere le dimissioni immediate del capo del Governo

Image

Di questi tempi in Europa non sono pochi i capi di governo contestati dalla popolazione a causa del loro operato. Ma il premier maltese Joseph Muscat li batte tutti. Anche perché le accuse che gli vengono contestate sono molto pesanti: si va dall’aver ostacolato le indagini sull’omicidio della giornalista Daphne Caruana Galizia (fatta saltare in aria con la sua auto nell’ottobre del 2017 mentre indagava su un giro di corruzione che coinvolgeva esponenti dell’Esecutivo), ad essere un complice della spietata esecuzione.

La recente accelerazione conosciuta dalle indagini, favorita anche dal lavoro investigativo e di denuncia svolto da alcuni quotidiani locali, sostenuti dai media di altri Paesi, sta spingendo sempre più il Governo del permier Muscat verso un vicolo cieco. Le manifestazioni di...

Vuoi leggere di più?

Sottoscrivi un abbonamento per continuare a leggere l’articolo.
Scopri gli abbonamenti al Corriere del Ticino.

Abbonati a 9.- CHF

Hai già un abbonamento? Accedi

©CdT.ch - Riproduzione riservata
Ultime notizie: Commenti
  • 1