Il commento Gianni Righinetti

Se Draghi s’improvvisa tour operator

Turismo di massa e spiagge libere? Il pass verde pone più dubbi che certezze: è un’operazione di marketing - Il commento del vicedirettore Gianni Righinetti

Image

Tutti abbiamo una gran voglia di vacanze, di evadere dalla gabbia della pandemia, di uscire dalla stringente monotonia del casa-lavoro, che per molti si è tradotto in un frustrante «lavoro tutti i giorni (e tutto il giorno) da casa». Nelle ultime ore l’annuncio del premier italiano Mario Draghi dell’apertura della penisola ai turisti a partire dalla metà di maggio ha generato un’euforia contagiosa da spiaggia. È persino incredibile constatare come una persona tutta d’un pezzo come Draghi, abituata a trattare i grandi numeri e le strategie macromonetarie, non per nulla è stato lui in prima linea a dare vita al Recovery Plan per rilanciare l’Italia, ora abbia indossato il costume e, con l’asciugamano sotto il braccio, si sia trasformato in una sorta di tour operator per attirare i turisti. Ad...

Vuoi leggere di più?

Sottoscrivi un abbonamento per continuare a leggere l’articolo.
Scopri gli abbonamenti al Corriere del Ticino.

Abbonati a 9.- CHF

Hai già un abbonamento? Accedi

©CdT.ch - Riproduzione riservata
Ultime notizie: Commenti
  • 1