Da Londra 2012 tutto o quasi è cambiato nell’organizzazione delle Olimpiadi: il concetto di «legacy», ossia di «eredità», da astratto e un po’ fumoso che era è diventato finalmente più concreto e operativo, ridimensionando il gigantismo imprenditoriale e la megalomania organizzativa che avevano accompagnato diverse edizioni precedenti, in particolare Pechino 2008. Londra, luogo...

Vuoi leggere di più?

Sottoscrivi un abbonamento per continuare a leggere l’articolo.
Scopri gli abbonamenti al Corriere del Ticino.

Abbonati a 9.- CHF

Hai già un abbonamento? Accedi

©CdT.ch - Riproduzione riservata
Ultime notizie: Commenti
  • 1