Coronavirus Fabio Pontiggia

Serve buon senso in dosi massicce

Il commento di Fabio Pontiggia

Image

Da due settimane la nostra società è popolata da legioni di esperti in malattie infettive e strateghi in politiche sanitarie di contenimento delle epidemie. Noi non rientriamo in queste categorie. Da semplici cittadini diamo fiducia ai medici e in particolare al medico cantonale Giorgio Merlani, soprattutto ora che anche il Ticino è toccato direttamente dal coronavirus. Le sue ci sembrano parole non solo competenti, com’è ovvio che sia, ma di grande buon senso. E di buon senso c’è assoluto bisogno in questo periodo. Il buon senso sta tutto nel decalogo del medico cantonale.

1. Lavarsi spesso le mani

2. Evitare il contatto ravvicinato con persone che manifestano tosse e febbre

3. Non toccarsi bocca, occhi e naso con le mani

4. Tossire o starnutire in un fazzoletto o, in mancanza, nella piega del gomito

5. Non prendere antibiotici se non prescritti dal medico

6. Usare la mascherina solo se si sospetta di essere malati o si assistono persone malate

7. Se si manifestano sintomi influenzali evitare il contatto

con altri e restare a casa

8. In caso di dubbio non andare al pronto soccorso ma chiamare lo 058 463 00 00 dalle 08:00 alle 18:00 o contattare il medico di famiglia

9. I pacchi provenienti dalla Cina e i prodotti «Made in

China» non sono pericolosi

10. Gli animali da compagnia non diffondono il virus.

©CdT.ch - Riproduzione riservata
Ultime notizie: Commenti
  • 1