Coronavirus Fabio Pontiggia

Sindrome di Stoccolma e vaccini in arrivo

L’editoriale del direttore Fabio Pontiggia

Image

Mentre i governi se la prendono comoda nel rinunciare ai pieni poteri attribuiti loro dal virus, la scienza lavora 24 ore su 24 e 7 giorni su 7 per mettere a punto il vaccino che confinerà il SARS-CoV-2. Meraviglia la distratta attenzione dei media e dell’opinione pubblica sul rapido avanzamento dei lavori per il vaccino: sarà una forma nuova e collettiva della sindrome di Stoccolma, per cui il sequestrato (l’essere umano) si invaghisce del sequestratore (il virus)? Abbiamo scritto mercoledì delle più che promettenti sperimentazioni in corso alla Moderna Therapeutics (Massachusetts), che ha un contratto con la Lonza elvetica per la produzione su vasta scala del vaccino, se la seconda e la terza fase delle prove su volontari dovessero ripetere i primi risultati positivi. Ampie conferme giungono...

Vuoi leggere di più?

Sottoscrivi un abbonamento per continuare a leggere l’articolo.
Scopri gli abbonamenti al Corriere del Ticino.

Abbonati a 9.- CHF

Hai già un abbonamento? Accedi

©CdT.ch - Riproduzione riservata
Ultime notizie: Commenti
  • 1