Sotto la lente Amalia Mirante

Stato, aziende e il grido d’aiuto

Il coronavirus e le misure: basta cerotti - La rubrica dell’economista Amalia Mirante

Image

Le cose in Svizzera non stanno andando così bene come previsto dagli analisti più ottimisti. La seconda ondata pandemica non accenna ad arrestarsi e le chiusure delle attività di alcuni settori, non solo potrebbero essere prolungate, ma addirittura estese ad altri. Se è vero che nulla o poco possiamo fare contro l’incertezza sanitaria legata alla diffusione del virus e all’efficacia dei vaccini, molto invece avrebbe dovuto essere fatto contro l’incertezza economica. Purtroppo in questa seconda ondata il Consiglio federale sembra aver mancato gli obiettivi. È bizzarro che a quasi un anno dall’inizio di questa pandemia non sia stata ancora pensata ed impostata una strategia di risposta alle difficoltà economiche; diciamocelo, erano l’unica cosa certa. È pur vero che non sono molti gli strumenti...

Vuoi leggere di più?

Sottoscrivi un abbonamento per continuare a leggere l’articolo.
Scopri gli abbonamenti al Corriere del Ticino.

Abbonati a 9.- CHF

Hai già un abbonamento? Accedi

©CdT.ch - Riproduzione riservata
Ultime notizie: Commenti
  • 1