Tensioni Gerardo Morina

Tempesta in una tazza di tè

Leggi il commento di Gerardo Morina dopo quanto accaduto di fronte all’isola di Jersey

Image

Vicini, separati da un braccio di mare che gli uni chiamano «La Manche» e gli altri «The Channel». Un mare inospitale, che separa francesi e britannici, come se appartenessero a due continenti diversi. Il mare che li divide è già di per sé, a causa delle forti correnti opposte, incline alle intemperie. Una tempesta, come quella in corso in questi giorni, trova quindi facilmente il suo alveo naturale e monta a dismisura come un «soufflé» o un «pudding» mal riusciti. I fatti. Ieri sera i 60 pescherecci francesi, che fin dalle sei del mattino stazionavano nelle acque dell’isola britannica di Jersey per protesta contro le condizioni imposte nel dopo-Brexit alla pesca francese, hanno abbandonato le acque. A provocare un’escalation di tensione erano arrivate in zona due navi da guerra britanniche...

Vuoi leggere di più?

Sottoscrivi un abbonamento per continuare a leggere l’articolo.
Scopri gli abbonamenti al Corriere del Ticino.

Abbonati a 9.- CHF

Hai già un abbonamento? Accedi

©CdT.ch - Riproduzione riservata
Ultime notizie: Commenti
  • 1