Il commento Massimo Solari

Tutti felici e contenti per Croci-Torti, ma qualcosa non torna

La decisione di scommettere sul ticinese per la panchina del Lugano ha fatto tirare diversi sospiri di sollievo - Eppure sarebbe sbagliato ritenere ineccepibile e inattaccabile la scelta della nuova dirigenza

Image

Non se l’aspettava, Mattia Croci-Torti, questa bella sorpresa. A dirla tutta, non se l’aspettavano in molti. Anche se, soppesando timori e umori, in queste ore a prevalere sono i sospiri di sollievo e la soddisfazione. C’è chi parla di scelta romantica, chi - addirittura - si lancia in fragili paragoni con Luca Cereda. Peccato che l’allenatore dell’Ambrì Piotta fosse stato scelto senza tentennamenti. Con cognizione di causa totale. A differenza del nuovo tecnico del FC Lugano, sul quale la nuova dirigenza si è convinta dopo aver cercato altrove. E anche un bel po’. Sia chiaro, non è nostra intenzione - con queste parole - ridimensionare la nomina di Croci-Torti. Che, anzi, potrebbe davvero rivelarsi l’uomo giusto al posto giusto. Regalando ulteriori soddisfazioni a tutto il popolo bianconero...

Vuoi leggere di più?

Sottoscrivi un abbonamento per continuare a leggere l’articolo.
Scopri gli abbonamenti al Corriere del Ticino.

Abbonati a 9.- CHF

Hai già un abbonamento? Accedi

©CdT.ch - Riproduzione riservata
Ultime notizie: Commenti
  • 1