L’editoriale Gianni Righinetti

Tv-zapping, leggerezza e il silenzio dei sette

La pandemia non fa festa, avanza - Leggi l’editoriale del vicedirettore Gianni Righinetti

Image

Lo zapping natalizio da un canale televisivo all’altro è un po’ un classico di questi giorni: una sorta di rituale, alla ricerca di un film da guardare in famiglia dove l’unanimità dei gusti è sempre difficile da raggiungere. Per i più sofisticati oggi va di moda la “tv on demand”, la versione moderna dello zapping. Accantonata l’illusione di raggiungere l’unanimità, non resta che affidarsi al democratico voto, quello secondo il quale la maggioranza decide cosa si fa e la minoranza è tenuta ad accettare la scelta. Così, spesso, si va a cadere su film visti, rivisti e memorizzati, ma soprattutto leggeri, quelli per i quali puoi tranquillamente spegnere il cervello per un paio d’ore. Tanto per dirne una, della serie “Mamma ho perso l’aereo”, anche se in questi giorni va per la maggiore a livello...

Vuoi leggere di più?

Sottoscrivi un abbonamento per continuare a leggere l’articolo.
Scopri gli abbonamenti al Corriere del Ticino.

Abbonati a 9.- CHF

Hai già un abbonamento? Accedi

©CdT.ch - Riproduzione riservata
Ultime notizie: Commenti
  • 1