Pensieri dal battellino Bruno Costantini

Umarell allo stadio

La rubrica di Bruno Costantini

Image

Siamo un Paese di cantieri e siamo anche un Paese di vecchi. Forse proprio per questo ci sono tanti cantieri poiché molte persone senza più impegni lavorativi hanno bisogno di passare il tempo andando a controllare l’evolversi delle costruzioni. Insomma, il cantiere come programma ludico-sociale. Asia è giunta a questa conclusione discutendo con alcuni amici del Mendrisiotto che anche questa settimana abbiamo traghettato con il battellino tra Capolago e Lugano per liberarli dalle ore passate incolonnati in auto. L’ipotesi della mia amica microinfluencer del lago ha un fondamento ed è sicuramente meno malevola di altre interpretazioni che spiegano un fenomeno sproporzionato ma coerente con la Repubblica dell’iperbole di cui Francesco Chiesa parlava già a inizio Novecento. A sostegno della sua...

Vuoi leggere di più?

Sottoscrivi un abbonamento per continuare a leggere l’articolo.
Scopri gli abbonamenti al Corriere del Ticino.

Abbonati a 9.- CHF

Hai già un abbonamento? Accedi

©CdT.ch - Riproduzione riservata
Ultime notizie: Commenti
  • 1