Sanremo 2020 Mauro Rossi

Un giovanissimo settantenne

Il commento di Mauro Rossi al termine del Festival della canzone italiana

Image

È da almeno mezzo secolo che lo danno per morto, lo denigrano, dichiarano pubblicamente di non seguirlo se non addirittura di boicottarlo (l’hashtag #iononguardosanremo ha impazzato nelle scorse settimane). Poi però si scopre che 50 milioni di telespettatori, suddivisi sull’arco di cinque serate, rimangono incollati alla Tv fino alle due di notte per vedere come va a finire, discutendone poi animatamente sulla Rete (le precisissime statistiche del web parlano di ben 49,5 milioni di interazioni, 2,7 milioni di post realizzati da 185.900 autori diversi e di ben 5.500 siti web che ne hanno parlato negli ultimi sette giorni) ma anche nei bar, sul treno o più semplicemente in famiglia.

Il Festival di Sanremo, insomma, non solo è vivo e vegeto ma proprio in un contesto di rivoluzione mediatica che...

Vuoi leggere di più?

Sottoscrivi un abbonamento per continuare a leggere l’articolo.
Scopri gli abbonamenti al Corriere del Ticino.

Abbonati a 9.- CHF

Hai già un abbonamento? Accedi

©CdT.ch - Riproduzione riservata
Ultime notizie: Commenti
  • 1