Elezioni comunali Bruno Costantini

Un salutare esercizio democratico

L’editoriale di Bruno Costantini

Image

Le candidature per le elezioni comunali del 18 aprile da ieri sera sono definitive. Lo stesso esercizio un anno fa, con il voto per corrispondenza già in corso, fu interrotto per pandemia, le elezioni per il rinnovo di Municipi e Consigli comunali annullate e la legislatura prolungata di dodici mesi. Cos’è cambiato rispetto ad allora? Intanto che nell’anno trascorso, salvo la parentesi estiva, abbiamo vissuto con il pesante condizionamento della pandemia che non ha risparmiato le istituzioni e la democrazia. Arriviamo alle elezioni comunali in un clima generale strano e stanco, con il malcontento che monta per la linea del Consiglio federale, e anche la campagna elettorale fatta via social, senza comizi e aperitivi molto limitati, a taluni parrà irreale. Bisognerà tornare al megafono di Totò...

Vuoi leggere di più?

Sottoscrivi un abbonamento per continuare a leggere l’articolo.
Scopri gli abbonamenti al Corriere del Ticino.

Abbonati a 9.- CHF

Hai già un abbonamento? Accedi

©CdT.ch - Riproduzione riservata
Ultime notizie: Commenti
  • 1