L’editoriale Gianni Righinetti

Una scuola normale per una vita piena

L’anno agli sgoccioli e la pagella a Manuele Bertoli - L’editoriale del vicedirettore Gianni Righinetti

Image

Dai timori della vigilia al sorriso liberatorio e spensierato per il felice epilogo di un anno «eccezionalmente normale». La scuola che si appresta a concedersi le meritate vacanze ci permette di affermare con grande soddisfazione che «è andata bene» e che la Svizzera e il Ticino hanno saputo garantire ciò che altre nazioni si sono dimostrate incapaci di dare: la continuità dell’insegnamento nella sua forma più classica, nelle aule con docenti e compagni, fatta eccezione per ridotte puntuali limitazioni che però non hanno compromesso la sostanziale regolarità. È vero che l’obbligo della mascherina non ha agevolato i rapporti sociali all’interno della scuola, ma consideriamolo come una sorta di minimo sacrificio per beneficiare di tanti altri vantaggi per quella crescita formativa e intellettuale...

Vuoi leggere di più?

Sottoscrivi un abbonamento per continuare a leggere l’articolo.
Scopri gli abbonamenti al Corriere del Ticino.

Abbonati a 9.- CHF

Hai già un abbonamento? Accedi

©CdT.ch - Riproduzione riservata
Ultime notizie: Commenti
  • 1