Calcio Massimo Solari

Una visione non priva di rischi

Il commento alla luce del possibile rinnovo del contratto al ct della Nazionale Vladimir Petkovic

Image

Vladimir Petkovic e la Svizzera ancora insieme. Fino al 2022. Nulla è ancora deciso, ma è questo lo scenario tratteggiato con linee decise dai diretti interessati: lo stesso Vlado e il suo datore di lavoro, l’ASF, incarnato dal direttore delle squadre nazionali Pierluigi Tami. Non era scontato. Anzi, la tavola rossocrociata sembrava apparecchiata alla perfezione per accogliere un nuovo commensale. Della serie: sei anni possono bastare. A maggior ragione se in un ambiente divenuto vieppiù scomodo e insidioso e al netto di un cammino verso l’Europeo itinerante non privo di macchie.

E invece no. Vlado potrebbe restare anche dopo il torneo al via il 12 giugno. Una scelta coraggiosa. Controcorrente, anche. A riprova del carattere del tecnico nato 56 anni fa a Sarajevo. Nell’illustrare il lavoro...

Vuoi leggere di più?

Sottoscrivi un abbonamento per continuare a leggere l’articolo.
Scopri gli abbonamenti al Corriere del Ticino.

Abbonati a 9.- CHF

Hai già un abbonamento? Accedi

©CdT.ch - Riproduzione riservata
Ultime notizie: Commenti
  • 1