«È inammissibile che a Zurigo fondamentalisti cristiani possano diffondere le loro istigazioni ». Per la copresidente dei Giovani socialisti zurighesi (JUSO) Anna Luna Frauchigen chi è contrario all’aborto non deve poterlo affermare pubblicamente. Ma a disturbare gli JUSO non è solo questo. In un comunicato, hanno denunciato sabato la polizia zurighese che ha cercato di impedire di degenerare a una manifestazione violenta di autonomi di estrema sinistra indirizzata contro la «marcia per la vita ». Stigmatizzano il fatto che la polizia – attaccata da vandali inferociti che hanno dato fuoco a container e ad una volante, lanciato sassaiole e bottiglie nascoste in alcuni passeggini (scontri e lanci che hanno ferito tre agenti) – abbia reagito con lancio di lacrimogeni e proiettili di gomma impedendo...

Vuoi leggere di più?

Sottoscrivi un abbonamento per continuare a leggere l’articolo.
Scopri gli abbonamenti al Corriere del Ticino.

Abbonati a 9.- CHF

Hai già un abbonamento? Accedi

©CdT.ch - Riproduzione riservata
Ultime notizie: Commenti
  • 1