logo

Le FFS tagliano 54 impieghi

Toccata anche la stazione di smistamento di Chiasso

 
24
settembre
2009
14:00
Red. Online

BERNA - Le FFS ridurranno entro la fine del 2009 il personale delle stazioni di smistamento in Svizzera di 54 posti, su un totale di 750. La misura riguarda anche la stazione di Chiasso - con la soppressione di 7 posti - oltre a quelle di Limmattal, Basilea, Buchs e Losanna. Non vi saranno però licenziamenti, secondo quanto scrive oggi l'azienda in un comunicato.

La soppressione di impieghi è stata decisa a seguito del calo del traffico merci degli ultimi mesi, dovuto alla situazione congiunturale negativa. Le FFS hanno di conseguenza ristrutturato i processi e le operazioni di produzione nelle stazioni di smistamento. Una riorganizzazione che ha condotto anche alla riduzione dei posti di lavoro.

Ai 54 collaboratori interessati dalla misura, le FFS offrono un'opportunità di impiego, come guardie di sicurezza sui cantieri, nell'azienda di sorveglianza per le attività ferroviarie Securitrans AG.

A Chiasso soppressi 7 posti. Il SEV: si rispettino gli accordi

Il SEV, il sindacato del personale dei trasporti, in riferimento ai 7 posti soppressi alla stazione di smistamento di Chiasso, invita le FFS a prendere in considerazione un'eventuale riapertura del tunnel Monte Olimpino 2, (nel caso di una ripresa del traffico merci), che comporterebbe un'aumento della forza lavoro necessaria.

Il sindacato ricorda inoltre gli accordi presi con le FFS, che implicano la ricerca di soluzioni interne in caso di esuberi di personale.

Articoli suggeriti

Meno merci attraversano le Alpi

La crisi colpisce in particolare il trasporto su rotaia

Cento milioni in più per le FFS

Servono altri fondi per l'infrastruttura ferroviaria

Edizione del 16 ottobre 2018
Segui il CdT sui social
Mobile
Scopri le offerte su misura per te
con la CdT Club Card
Top