Alla ricerca di un posto speciale (pensando a Ketty)

CorrierePiù

Le sorelle e il fidanzato della 17enne morta in un incidente stradale a Grancia ripartono dai suoi sogni per lanciare l’idea di uno spazio aggregativo per i giovani lasciati a se stessi nei mesi acuti della pandemia

Alla ricerca di un posto speciale (pensando a Ketty)
Sandra, Karol e Jessica tre delle quattro sorelle di Ketty, la ragazza 17.enne morta in un incidente stradale a Grancia in febbraio. © CdT/Gabriele Putzu

Alla ricerca di un posto speciale (pensando a Ketty)

Sandra, Karol e Jessica tre delle quattro sorelle di Ketty, la ragazza 17.enne morta in un incidente stradale a Grancia in febbraio. © CdT/Gabriele Putzu

Una notte di febbraio, appena qualche mese fa, Ketty è salita con il suo ragazzo, Ermal, e alcuni amici su una Polo bianca guidata da un 20enne senza sapere che quello sarebbe stato il suo ultimo viaggio. No, non poteva immaginare – lei che era la prudenza in persona – che il veicolo si sarebbe schiantato contro un pilone di cemento e che la sua vita si sarebbe conclusa in quel modo.

Forse però lo intuiva: nelle settimane precedenti qualcosa in lei era cambiato, ci spiegano le sorelle – Sandra, Jessica e Karol – che incontriamo nella casa di Sandra a Comano (manca solo Elena che non ha potuto venire). Era più cupa «mentre di solito era molto lucente». Nei quadri che dipingeva per hobby, ricordano, c’era come un sentore di quanto sarebbe successo, un velo di tristezza e al contempo un messaggio...

Vuoi leggere di più?

Sottoscrivi un abbonamento per continuare a leggere l’articolo.
Scopri gli abbonamenti al Corriere del Ticino.

Abbonati a 9.- CHF

Hai già un abbonamento? Accedi

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Corriere Più
  • 1
  • 1