Inventiamoci un Grand Tour tra il Lario e il lago di Lugano

CorrierePiù

L’esperto Pietro Berra ci accompagna tra le bellezze insubriche ammirate dai grandi artisti e scrittori del passato

Inventiamoci un Grand Tour tra il Lario e il lago di Lugano
Lugano e il San Salvatore tra il 1890 e il 1900.

Inventiamoci un Grand Tour tra il Lario e il lago di Lugano

Lugano e il San Salvatore tra il 1890 e il 1900.

Incontro Pietro Berra nella sua casa all’inizio di un sentiero che rampa in salita nel bosco prealpino tra Como e Brunate, il villaggio della poetessa Alda Merini. Non è un caso che viva proprio qui, alle pendici del monte dove la Merini scriveva versi sublimi, come questo: “Tu non sai: ci sono betulle che di notte / levano le loro radici, / e tu non crederesti mai / che di notte gli alberi camminano / o diventano sogni”.

Giornalista, scrittore, poeta, presidente dell’associazione Sentiero dei Sogni (altro nome non casuale) ed ideatore del Parco letterario «Da Plinio a Volta», Berra è una specie di enciclopedia vivente delle bellezze storiche e artistiche disseminate (e spesso nascoste) nella regione italo-svizzera tra il Lario e il Ceresio. La sua è una passione missionaria militante a favore...

Vuoi leggere di più?

Sottoscrivi un abbonamento per continuare a leggere l’articolo.
Scopri gli abbonamenti al Corriere del Ticino.

Abbonati a 9.- CHF

Hai già un abbonamento? Accedi

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Corriere Più
  • 1
  • 1