«Sciolgo gli enigmi nascosti dietro le parole»

CorrierePiù

Ottavio Lurati ci accompagna in un viaggio tra i significati dimenticati di termini d’uso corrente in Ticino e fuori, sia in italiano che in dialetto

«Sciolgo gli enigmi nascosti dietro le parole»
Ottavio Lurati nel suo studio. © Archivio CdT

«Sciolgo gli enigmi nascosti dietro le parole»

Ottavio Lurati nel suo studio. © Archivio CdT

«Le mie ricerche sulla lingua spesso si concentrano su parole ed espressioni che sfuggono agli studiosi che lavorano sui libri. Io ho lavorato soprattutto sulla gente». Ottavio Lurati non potrebbe sintetizzare meglio il senso del suo impegno di ricercatore e, quindi, anche del suo ultimo libro, La pulce nell’orecchio, da poco pubblicato per le edizioni Fontana. Un viaggio alle origini, spesso dimenticate, delle parole d’uso corrente in italiano e in dialetto. In Ticino e fuori dal Ticino. Con non poche sorprese. Ne parliamo con lui.

Ottavio Lurati, che cos’è la pulce nell’orecchio che dà il titolo al suo saggio?

«È il tormento, il tormentone: quello che ti assilla come enigma. Io ho cercato di sciogliere qualche enigma».

In particolare, enigmi e modi di dire locali?

«Ma non solo. Esamino anche...

Vuoi leggere di più?

Sottoscrivi un abbonamento per continuare a leggere l’articolo.
Scopri gli abbonamenti al Corriere del Ticino.

Abbonati a 9.- CHF

Hai già un abbonamento? Accedi

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Corriere Più
  • 1
  • 1