A tu per tu con Luca Mora

L’intervista

Volto dei quiz RSI, non ha paura di essere definito «normale» perché la sua normalità, a dire il vero, gli calza davvero a pennello

A tu per tu con Luca Mora
Luca Mora in compagnia di Aldo, Giovanni e Giacomo. © LM

A tu per tu con Luca Mora

Luca Mora in compagnia di Aldo, Giovanni e Giacomo. © LM

Partiamo avvantaggiati, conoscendoci di persona non c’è nemmeno l’imbarazzo di doversi eventualmente perdere in convenevoli. «Luca, hai dormito fino a tardi?». Siamo partiti così, e un’ora e dieci minuti più tardi, dopo aver spudoratamente duplicato le domande che avevo in scaletta per lui, lo lascio finalmente ai suoi impegni. Ciò che ci siamo detti nel mezzo, ve lo riassumo ora.

Noto conduttore presso la RSI, azienda per la quale lavora da una quindicina di anni, Luca è il classico ragazzo che ogni mamma vorrebbe avere come fidanzato per la propria figlia. Sportivo, spigliato, a modo e preciso, ma devo anche aggiungere «adesso». Perché in realtà, in tempi non sospetti, Luca aveva uno stile ben diverso, con tanto di catena al collo e i pantaloni di tre taglie più ampi, nel classico stile da...

Vuoi leggere di più?

Sottoscrivi un abbonamento per continuare a leggere l’articolo.
Scopri gli abbonamenti al Corriere del Ticino.

Abbonati a 9.- CHF

Hai già un abbonamento? Accedi

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Cultura & Società
  • 1
  • 2
  • 3

    Il crollo verticale di Clubhouse: da primo a ultimo della classe

    Social network

    Il boom iniziale è stato soppiantato da un’importante perdita d’interesse e download da parte degli utenti – La rivincita dell’audio si è trasformata in un pericoloso cortocircuito – L’esperto Vincenzo Cosenza: «Non è ancora la morte del social, ma riuscirà a vivere di vita propria solo se verrà inserito in un ecosistema di offerte più ampio, solo la voce è riduttivo»

  • 4

    Il Basquiat di Giammetti vola all’asta

    arte

    Il grande teschio del 1983 «In This Case» dell’artista è stato venduto all’incanto da Christie’s per oltre 93 milioni di dollari, ben oltre la stima di partenza di 50 milioni

  • 5

    Il ritorno del «prog»

    musica

    Corrente del rock tra le più amate negli anni Settanta, da una decina d’anni è tornata d’attualità in tutto il mondo, Svizzera italiana compresa, sulla spinta di un sempre più marcato bisogno da parte di un consistente segmento di pubblico di suoni meno plastificati e di composizioni più articolate

  • 1
  • 1