Adele, un segno dei tempi che frantuma ogni record

dischi novità

Dopo una lunga attesa e con un ritardo temporale di un paio di stagioni rispetto al titolo, il nuovo lavoro della cantante inglese sta dominando – e condizionando – il mercato discografico di fine anno grazie anche ad un gruppo di canzoni eterogeneo e di eccellente fattura

 Adele, un segno dei tempi che frantuma ogni record
Adele (nome completo Adele Laurie Blue Adkins), è al suo quarto album.

Adele, un segno dei tempi che frantuma ogni record

Adele (nome completo Adele Laurie Blue Adkins), è al suo quarto album.

Adele, la dominatrice incontrastata del mercato discografico planetario dell’ultimo decennio, è tornata con 30, il quarto album della sua discografia che, oltre a essere uno dei più attesi quest’anno, è anche un segno dei tempi a più livelli. Cominciamo dal titolo. La londinese Adele Laurie Blue Adkins aveva esordito a 19 anni con 19 e i successivi 21 e 25 proseguivano su quella strada, legando il titolo del disco all’età dell’artista britannica – o, almeno, a quella che aveva quando sono state composte le canzoni. Invece 30 esce quando lei di anni ne ha ormai già 33: nel mezzo la pandemia che tutte le uscite si è portata via, convincendo lei e tanti altri big che fosse più oculato attendere per non «bruciare» un lavoro pubblicandolo mentre tutti pensavano ad altro.

In quel gap anche la vita di Adele è cambiata, segnata se non proprio da un matrimonio - lampo, comunque da un’unione breve, appena un anno, a cui ha fatto seguito un periodo di terapia nel quale si è anche concentrata sul recupero del rapporto con il padre e, soprattutto, sulla cura del figlio appena nato: tutti elementi che hanno, inevitabilmente, influenzato le canzoni di quello che, diciamolo subito, è proprio un disco riuscito.

30 - LA TRACK-LIST<br />Strangers by Nature – 3:02 <br />Easy on Me – 3:44 <br />My Little Love – 6:29 <br />Cry Your Heart Out – 4:15<br />Oh My God – 3:45<br />Can I Get It – 3:30 <br />I Drink Wine – 6:16 <br />All Night Parking (con Erroll Garner) – 2:41 <br />Woman like Me – 5:00 <br />Hold On – 6:06<br />To Be Loved – 6:43<br />Love Is a Game – 6:43
30 - LA TRACK-LIST
Strangers by Nature – 3:02
Easy on Me – 3:44
My Little Love – 6:29
Cry Your Heart Out – 4:15
Oh My God – 3:45
Can I Get It – 3:30
I Drink Wine – 6:16
All Night Parking (con Erroll Garner) – 2:41
Woman like Me – 5:00
Hold On – 6:06
To Be Loved – 6:43
Love Is a Game – 6:43

Un disco, ennesimo segno dei tempi, che ha condizionato anche tutti gli altri perché ne è stato stampato un numero esorbitante di copie, soprattutto in vinile visto che è quello, ora, anzi, di nuovo, il supporto fonografico di riferimento per chi la musica la vuole «solida». Così tutti i pochi stampatori di vinile del pianeta sono stati impegnati a sfornare copie di 30 mettendo in coda tutti gli altri.

Sicuramente 30 risulterà l’album più venduto, a livello globale, di questo 2021 oramai alla fine. Il singolo Easy on me ha debuttato direttamente al numero uno della classifica dei più venduti e ha registrato il maggior numero di stream di sempre in 24 ore su Spotify e Amazon Music (407 milioni!) nonché il «maggior numero di pre-add di sempre» su Apple Music. È inoltre stabile alla prima posizione della classifica americana Billboard Hot 100 e ora è al secondo posto della classifica globale e italiana di Shazam. 30 è anche «il disco della maturità», secondo i promotori dell’artista. Si tratta infatti di un lavoro eterogeneo nel quale, a una ballad come Easy on me ,segue una My little love e una Woman like me che non sarebbero spiaciute al Prince di metà anni Ottanta mentre Cry your heart out potrebbe essere un inedito di Amy Winehouse. Se Can I get it non stupirebbe nel repertorio di una band brit pop di tre lustri fa, sono però brani come I drink wine a restituirci la «vecchia» Adele.

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Cultura & Società
  • 1
  • 1