Alessandro D’Alatri: «Il commissario Riccardi è un super eroe d’antan»

Televisione

A colloquio con il regista della nuova serie, in onda da lunedì sera su Rai1, dedicata alle avventure del personaggio creato da Maurizio De Giovanni e interpretato da Lino Guanciale

 Alessandro D’Alatri: «Il commissario Riccardi è un super eroe d’antan»
Lino Guanciale è il commissario Ricciardi nella serie di Rai1. (foto di Anna Camerlingo)

Alessandro D’Alatri: «Il commissario Riccardi è un super eroe d’antan»

Lino Guanciale è il commissario Ricciardi nella serie di Rai1. (foto di Anna Camerlingo)

Nei suoi romanzi Maurizio De Giovanni spesso lo chiama «l’uomo senza il cappello». È il commissario Ricciardi che arriva in televisione interpretato da Lino Guanciale in una serie di sei puntate con la regia di Alessandro D’Alatri da stasera 25 gennaio (ore 21.25) su Rai 1. Sempre a capo scoperto, occhi verdi malinconici, il commissario Ricciardi si muove nelle atmosfere rarefatte del crimine e dei sentimenti della Napoli degli anni ’30 intessendo una rete di relazioni tra vivi e morti in cerca della verità. «Un uomo affascinante, ma complicato da raccontare» ci spiega il regista D’Alatri.

Il Commissario Luigi Alfredo Ricciardi è un personaggio tutto da scoprire. A lei che impressione ha fatto?«Certo incuriosisce quest’uomo che ha una baronia, dei possedimenti nel Cilento e che pur potendo...

Vuoi leggere di più?

Sottoscrivi un abbonamento per continuare a leggere l’articolo.
Scopri gli abbonamenti al Corriere del Ticino.

Abbonati a 9.- CHF

Hai già un abbonamento? Accedi

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Cultura & Società
  • 1
  • 1