L’intervista

«Beethoven è stato un grande innovatore del pianoforte»

Lo afferma il solista ticinese Francesco Piemontesi che giovedì sera suonerà al LAC con l’OSI

 «Beethoven è stato un grande innovatore del pianoforte»
Francesco Piemontesi è nato nel 1983 a Locarno.

«Beethoven è stato un grande innovatore del pianoforte»

Francesco Piemontesi è nato nel 1983 a Locarno.

Appuntamento speciale giovedì prossimo,14 febbraio, alle ore 20.30 nella Sala Teatro del LAC, con l’Orchestra della Svizzera italiana. Markus Poschner e Francesco Piemontesi presentano la prima parte dell’integrale dei Concerti per pianoforte di Beethoven, un appuntamento reso possibile grazie al sostegno di BancaStato. Eseguiranno il Primo e il Secondo concerto, rispettivamente in do e si bemolle maggiore, databili fra il 1794 e il 1798, espressione della felicità creativa e della sicurezza con cui il giovane genio-compositore si inserisce nella tradizione del concerto mozartiano. Per ultimo il Quarto (1806), in sol maggiore, che esprime un nuovo mondo espressivo, modello imprescindibile per la più alta tradizione musicale romantica successiva. Abbiamo intervistato il pianista ticinese, ormai...

Vuoi leggere di più?

Sottoscrivi un abbonamento per continuare a leggere l’articolo.
Scopri gli abbonamenti al Corriere del Ticino.

Abbonati a 9.- CHF

Hai già un abbonamento? Accedi

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Cultura & Società
  • 1
    Rassegne

    Il Locarno Film Festival torna nelle sale

    Nel corso della sua Assemblea generale ordinaria il Locarno Film Festival ha iniziato a svelare i contorni dell’edizione 2020 della rassegna che prevede anche numerose proiezioni al Gran Rex, al PalaCinema 1 e al PalaVideo di Muralto di pellicole delle varie sezioni - Tra le quali anche l’inedita «Secret Screening», una selezione di dieci film a sorpresa scelti dalla direttrice artistica Lili Hinstin

  • 2
  • 3
  • 4
    Letteratura

    Lo strano confessionale di un Belzebù da strapazzo

    Nel romanzo «Quel dolce nome» del comasco Mario Schiani un misterioso personaggio da tutti odiato e deprecato si trasforma in un confidente al quale, sicuri di non temere il giudizio, affidare i pensieri più intimi e nascosti

  • 5
  • 1