Billy Cobham: «C’è più maturità oggi nella mia musica»

L’INTERVISTA

Tra passato e presente con il batterista che stasera a Estival rileggerà il suo «Crosswinds»

Billy Cobham: «C’è più maturità oggi nella mia musica»
Foto dal web

Billy Cobham: «C’è più maturità oggi nella mia musica»

Foto dal web

È uno dei grandi amici di Estival e del jazz ticinese in generale (tra le varie cose è anche membro onorario di Comitato della SMuM di Lugano...) e questo nonostante le sue apparizioni sui palcoscenici di Lugano e Mendrisio non siano state così numerose. Però ogni volta che il suo nome appare in cartellone, i bpm cardiaci degli appassionati di jazz-funk del Cantone iniziano ad innalzarsi. Perché Billy Cobham, leggendario batterista panamo-statunitense (ma da molti anni residente nel nostro Paese), di quella corrente musicale rappresenta uno dei principali eroi. Già componente della band di Miles Davis ai tempi di Bitches Brew e tra le menti della storica Mahavishnu Orchestra, ha infatti firmato, come solista, alcuni dei dischi più importanti di quel filone che ancora oggi fa scuola. Uno di...

Vuoi leggere di più?

Sottoscrivi un abbonamento per continuare a leggere l’articolo.
Scopri gli abbonamenti al Corriere del Ticino.

Abbonati a 9.- CHF

Hai già un abbonamento? Accedi

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Cultura & Società
  • 1

    Morto il regista Alan Parker

    cinema

    Lo ha annunciato il British Film Institute, che ha parlato di una «lunga malattia» - Ha diretto film come «Fuga di mezzanotte» e «Mississippi Burning» e i musical «Saranno famosi» ed «Evita»

  • 2

    Un Pardo futuristico

    Cinema

    Dal 5 al 15 agosto si rinnova l’appuntamento con il Locarno Film Festival che presenta un cartellone rivisto ma sempre ricco, tra prime visioni e titoli d’autore da vedere anche online - Su ExtraSette, oggi in allegato al Corriere, il programma delle proiezioni

  • 3
  • 4
  • 5

    Franca Valeri, cent’anni da Signorina Snob

    Spettacoli

    Taglia quest’oggi il prestigioso traguardo l’incontrastata primadonna del teatro italiano – La raffinatezza del suo umorismo e della sua satira e interpretazioni entrate nella leggenda, hanno saputo sedurre sia gli intellettuali che il pubblico più popolare

  • 1
  • 1