Cosa direbbe Umberto Eco di ciò che stiamo vivendo?

La riflessione

Ci mancano i suoi ragionamenti che ci avrebbero permesso di leggere con intelligenza e nitidezza il presente

 Cosa direbbe Umberto Eco di ciò che stiamo vivendo?
Umberto Eco (1932-2016). © CDT/ARCHIVIO

Cosa direbbe Umberto Eco di ciò che stiamo vivendo?

Umberto Eco (1932-2016). © CDT/ARCHIVIO

Mi manca Umberto Eco. Mi manca in generale, come a mol-tissimi, perché è stato un punto di riferimento culturale e intellettuale senza paragoni. Mi manca la sua amicizia. E mi manca il poter pensare ogni tanto, quando il mondo si fa illeggibile, più illeggibile di quanto si possa mai immaginare: cosa ne avrebbe pensato Umberto? Cosa ci avrebbe detto di questa storia terribile che stiamo attraversando? Dove avrebbe trovato i riferimenti per leggere con la sua solita nitidezza e intelligenza il nostro presente? In che modo ci avrebbe acceso un pensiero, strappato un sorriso, regalato una consolazione di fronte a quello che stiamo vivendo?

Nessuno si sta chiedendo come cambieranno le nostre menti. Quando tutto questo che siamo costretti a subire finirà. Nessuno si sta chiedendo dove abbiamo sepolto...

Vuoi leggere di più?

Sottoscrivi un abbonamento per continuare a leggere l’articolo.
Scopri gli abbonamenti al Corriere del Ticino.

Abbonati a 9.- CHF

Hai già un abbonamento? Accedi

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Cultura & Società
  • 1

    Il fascino della scacchiera

    La riflessione

    Il grande successo della serie televisiva «Regina di Scacchi» in programmazione su Netflix ha fatto rifiorire l’interesse attorno questo gioco brutale, terribile e complicato, che chiede strategia, intelligenza, non sopporta la superficialità e riflette quell’inconscio desiderio di complessità che la moderna società per troppo tempo ha cercato di banalizzare

  • 2

    «A riveder le stelle» con il Teatro alla Scala

    musica

    Presentato l’originale spettacolo con cui il 7 dicembre prenderà il via la stagione della struttura milanese – Non sarà un’opera ma un variegato mosaico di musica, danza e recitazione cui hanno aderito tante stelle di caratura mondiale messo in scena senza pubblico e in diretta tv

  • 3
  • 4

    Sei lezioni per tre giganti

    Poesia

    Sono state raccolte in volume, per i tipi di Giampiero Casagrande, le conferenze tenute nei licei ticinesi dal noto critico letterario Gilberto Lonardi - Tra Leopardi, Montale e Giorgio Orelli un viaggio seducente e rigoroso nella bellezza di alcune tra le massime esperienze liriche della tradizione occidentale

  • 5

    Il blues dell’Alligatore

    Televisione

    Debutta domani su Rai2 la serie tratta dai romanzi di Massimo Carlotto – «Un hard-boiled in salsa mediterranea» in un Veneto dipinto come «una Louisiana triste» con la musica afroamericana a fare da collante a storie di criminalità ambientale

  • 1
  • 1