È il 4 maggio, ed è subito Star Wars Day

ricorrenza

La data in inglese (may the 4th) ricorda la celebre formula «May the force be with you» - Ecco cinque modi per festeggiare la giornata dedicata alla saga di Guerre stellari

È il 4 maggio, ed è subito Star Wars Day

È il 4 maggio, ed è subito Star Wars Day

È il 4 maggio, ed è subito Star Wars Day
©Shutterstock.com

È il 4 maggio, ed è subito Star Wars Day

©Shutterstock.com

Oggigiorno la data del 4 maggio viene usata dai fan di tutto il mondo per celebrare la cultura legata alla saga di Guerre stellari, a causa dell’assonanza, in inglese, tra «May the 4th» («il 4 maggio») e «May the force be with you», «Che la Forza sia con te». Eppure la frase «May the 4th be with you», al momento della sua prima apparizione, non aveva nulla a che vedere con Star Wars, George Lucas, Jedi o Sith. Sebbene il primo film di Star Wars - Guerre stellari, Una nuova speranza - fosse già stato diffuso da un paio d’anni, la prima volta che la frase fece la sua comparsa, con il riferimento alla data del 4 maggio, fu quando Margaret Thacher divenne Primo ministro nel Regno Unito. In quell’occasione, il 4 maggio 1979, il suo partito pubblicò sul London Evening News un messaggio di auguri che recitava appunto: «May the Fourth Be with You, Maggie. Congratulations».

È il 4 maggio, ed è subito Star Wars Day

Gli aneddoti da raccontare in questa giornata sono migliaia e gli articoli sul tema online sono davvero innumerevoli. Anche Google ha voluto celebrare la saga: infatti digitando «Star Wars» o «Star Wars Day» nella barra di ricerca, oltre ai vari risultati, si attiverà una simpatica animazione, fatta di festoni e stickers inerenti il mondo ideato da George Lucas.

Ma come si festeggia il «Star Wars Day»? Il sito dedicato all’universo di Guerre stellari starwars.com propone 5 modi:

È il 4 maggio, ed è subito Star Wars Day

1) Organizzare un «watch-party» con gli amici
La pandemia non è più un ostacolo grazie a Disney+. Il servizio di streaming infatti permette infatti, grazie a GroupWatch, di guardare un programma insieme a famiglia ed amici. Tutti i film della saga saranno disponibili e per l’occasione l’emittente trasmetterà anche il primo episodio della serie animata The Bad Batch.

È il 4 maggio, ed è subito Star Wars Day

2) Prepara un aperitivo a tema
I pop corn sono d’obbligo per gustarsi meglio i film. Tuttavia per il Star Wars Day si può esagerare: pancake di Yoda, il riso della Principessa Leia, i biscotti al butto blu di Bantha o i più salutari caccia stellari TIE alla frutta.

3) I lavoretti con i bambini
C’è di che intrattenere anche i giovani padawan: per i più piccoli le idee sono innumerevoli. Dalla produzione dei bracciali della serie Star Wars: Jedi Temple Challenge, ai sottobicchieri a tema, oppure un segnalibro dedicato a Lando Calrissian e Lobot.

È il 4 maggio, ed è subito Star Wars Day

4) Una saga anche da leggere
Non solo film. Nell’universo di Guerre stellari le avventure non hanno mai fine. Non mancano neppure libri e fumetti per gli appassionati desiderosi di seguire i personaggi principali oltre le pellicole cinematografiche. Fiumi d’inchiostro sono anche stati utilizzati per guide e volumi dedicati al dietro le quinte dei vari episodi.

È il 4 maggio, ed è subito Star Wars Day

5) Crea il tuo episodio
Star Wars non ispira solo i registi: che giochi con le action figure, ti dedichi al cosplay o semplicemente mediti sul significato della saga, l’occasione del Star Wars Day è sicuramente appropriata per dare sfogo alla fantasia.

Qualunque cosa tu decida: May the fourth (and the force) be with you!

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Cultura & Società
  • 1
  • 2

    Il crollo verticale di Clubhouse: da primo a ultimo della classe

    Social network

    Il boom iniziale è stato soppiantato da un’importante perdita d’interesse e download da parte degli utenti – La rivincita dell’audio si è trasformata in un pericoloso cortocircuito – L’esperto Vincenzo Cosenza: «Non è ancora la morte del social, ma riuscirà a vivere di vita propria solo se verrà inserito in un ecosistema di offerte più ampio, solo la voce è riduttivo»

  • 3

    Il Basquiat di Giammetti vola all’asta

    arte

    Il grande teschio del 1983 «In This Case» dell’artista è stato venduto all’incanto da Christie’s per oltre 93 milioni di dollari, ben oltre la stima di partenza di 50 milioni

  • 4

    Il ritorno del «prog»

    musica

    Corrente del rock tra le più amate negli anni Settanta, da una decina d’anni è tornata d’attualità in tutto il mondo, Svizzera italiana compresa, sulla spinta di un sempre più marcato bisogno da parte di un consistente segmento di pubblico di suoni meno plastificati e di composizioni più articolate

  • 5
  • 1
  • 1