È morta Daria Nicolodi, icona di «Profondo rosso»

cinema

A dare notizia della scomparsa dell’attrice italiana e madre di Asia Argento è stato Dario Argento, con cui aveva avuto un sodalizio che li aveva legati sulla scena e nella vita

È morta Daria Nicolodi, icona di «Profondo rosso»
© Wikipedia

È morta Daria Nicolodi, icona di «Profondo rosso»

© Wikipedia

Stamattina è morta Daria Nicolodi, attrice e sceneggiatrice nata a Firenze il 19 giugno del 1950. A dare la notizia della scomparsa il maestro Dario Argento, che con lei aveva avuto un sodalizio che li aveva legati sulla scena e nella vita.

Si erano conosciuti nel 1974 , quando Nicolodi era già affermata per aver lavorato con Elio Petri, durante il casting per il film Profondo rosso e dalla loro relazione nacque, nel 1975, la figlia secondogenita Asia, che l’ha resa nonna di due nipoti nati rispettivamente nel 2001 e nel 2008.

Con Argento poi collaborò a vario titolo a tutti i suoi film, da Profondo Rosso a Suspiria (1977), Inferno (1980), Tenebre (1982), Phenomena (1984), Opera (1987).

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Cultura & Società
  • 1

    Sviluppare videogiochi e amicizie: la Global Game Jam torna in Ticino

    eventi

    Tra venerdì 29 e domenica 31 gennaio, in tutto il mondo e anche da noi, migliaia di programmatori, grafici e musicisti lavoreranno a gruppi (online, a causa della pandemia) per creare i propri videogiochi su un tema che verrà svelato sul momento - Ne abbiamo parlato con Stefano Maccarinelli, fondatore della compagnia ticinese Stelex Software e organizzatore dell’evento nel nostro cantone

  • 2
  • 3

    La vita di Allegra, prima e dopo Marrakesh

    La recensione

    Presentato in diretta tv sulle tre reti nazionali della SSR e in Rete per aprile le Giornate di Soletta «Atlas», il nuovo film del regista ticinese Niccolò Castelli, convince per equilibrio narrativo e maestria tecnica

  • 4

    Una festa virtuale del film

    Cinema

    Al via mercoledì le 56. Giornate cinematografiche di Soletta, la principale vetrina della produzione elvetica – La manifestazione, per ragioni sanitarie, si tiene esclusivamente online ma senza snaturarsi, come conferma il suo ricco programma che si dipana tra proiezioni, incontri, dibattiti e masterclass

  • 5

    L’antistoria di Binet

    Recensione

    Le scoperte geografiche al centro del premiato romanzo «Civilizzazioni» assumono un andamento a prima vista paradossale

  • 1
  • 1