Anniversari

E Szeemann rivoluzionò il mondo dell’arte

Cinquant’anni fa a Berna la leggendaria mostra «When Attitudes Become Form»

E Szeemann rivoluzionò il mondo dell’arte
Harald Szeeman nel 2003. (Foto Archivio CdT)

E Szeemann rivoluzionò il mondo dell’arte

Harald Szeeman nel 2003. (Foto Archivio CdT)

Dopo d’allora, cinquant’anni fa, il concetto di esposizione d’arte non è più stato lo stesso, né mai lo sarà più. Dopo quei due discussi, polemici, intriganti mesi, marzo e aprile del 1969, di «When Attitudes Become Form» alla Kunsthalle di Berna. Chiamati, convocati uno ad uno da Harald Szeemann (Berna 1933- Tegna 2005), quella primavera arrivarono a Berna artisti che sarebbero diventati famosi, da Bruce Nauman a Mario Merz, Richard Serra e Walter De Maria, Mimmo Paladino, Alighiero Boetti, Gilberto Zorio e Sol LeWitt... solo per fare qualche nome di un elenco francamente strepitoso. C’era anche Joseph Beuys, che però già aveva un nome e un’aria da santone con quel cappellaccio perennemente in testa. Per molti fu l’occasione giusta per farsi conoscere e affermarsi; altri scompariranno, tritati...

Vuoi leggere di più?

Sottoscrivi un abbonamento per continuare a leggere l’articolo.
Scopri gli abbonamenti al Corriere del Ticino.

Abbonati a 9.- CHF

Hai già un abbonamento? Accedi

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Cultura & Società
  • 1