«Giovani, non basta manifestare per cambiare le cose: dovete agire, anche con l’arte»

cultura

Il monito del grande scultore Michelangelo Pistoletto, ospite a Locarno, alle nuove generazioni: «Necessario trovare l’equilibrio tra il benessere personale e quello della collettività» - VIDEO

«Giovani, non basta manifestare per cambiare le cose: dovete agire, anche con l’arte»
© CdT/Sacchi

«Giovani, non basta manifestare per cambiare le cose: dovete agire, anche con l’arte»

© CdT/Sacchi

Quando due menti geniali si incontrano è lecito attendersi riflessioni e spunti profondi e arricchenti. Ed è proprio quello che è successo lo scorso sabato 4 settembre a l Palacinema di Locarno, che è stato teatro di una conversazione tra l’architetto ticinese Mario Botta e Michelangelo Pistoletto. Quest’ultimo, uno degli scultori più significativi del secolo scorso, ha colto l’occasione per raccontare la sua mostra antologica al Museo Comunale d’Arte Moderna di Ascona, dove ha donato anche una sua versione del Terzo Paradiso, ma soprattutto per lanciare un monito ai giovani, i quali hanno il dovere e il potere di essere la risposta alle sfide globali che stiamo vivendo in questi mesi.

Loading the player...
©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Cultura & Società
  • 1
  • 2

    «Da quella mia intervista a bin Laden all’Afghanistan di oggi»

    festival endorfine

    Hamid Mir, giornalista pakistano noto per essere l’unico ad aver ottenuto un colloquio con il leader di al-Qaida dopo l’attentato dell’11 settembre, ci fornisce alcuni spunti per un’analisi più dettagliata di quanto sta accadendo nel Paese - «Non ci sono altre opzioni, bisogna dialogare con i talebani per aiutare la popolazione afghana»

  • 3

    Buon compleanno, Ivano Fossati

    musica

    Dieci anni fa ha dato l’addio alle scene, ma non ha mai abdicato al suo ruolo di intellettuale raffinato, artista schivo e musicista d’eccezione: domani, 21 settembre, compie 70 anni

  • 4

    Emmy Awards 2021: a trionfare sono «The Crown» e «Ted Lasso»

    spettacolo

    La quarta stagione della pluripremiata saga sulla famiglia reale britannica ha vinto il premio per la migliore serie drammatica regalando a Netflix la sua prima statuetta nella categoria - Alla serie con Jason Sudeikis la corona per la commedia - Premiata anche «La regina degli scacchi»

  • 5

    Addio ad Anna Chromy

    Lutto

    Pittrice e scultrice, forgiò la sua arte in Austria e Francia e studiò con Salvador Dalì: aveva 81 anni

  • 1
  • 1