I Golden Globes incoronano «Nomadland» e Laura Pausini

Cinema

«Io sì», dal film «La vita davanti a sé» con Sofia Loren, è stata scelta come la migliore canzone originale del 2020 mentre la pellicola di Chloe Zhao con Frances McDormand è il miglior film

I Golden Globes incoronano «Nomadland» e Laura Pausini
Frances McDormand in una scena di "Nomadland." ©Searchlight Pictures via AP

I Golden Globes incoronano «Nomadland» e Laura Pausini

Frances McDormand in una scena di "Nomadland." ©Searchlight Pictures via AP

I Golden Globes incoronano «Nomadland» e Laura Pausini
La regista Chloe Zhao. ©Taylor Jewell/Invision/AP

I Golden Globes incoronano «Nomadland» e Laura Pausini

La regista Chloe Zhao. ©Taylor Jewell/Invision/AP

La pellicola «Nomadland» è stata scelta come miglior film drammatico ai Golden Globes 2021, consegnati questa notte. Una vittoria che apre al film di Chloe Zhao con Frances McDormand la strada per gli Oscar. Zhao è stata premiata anche come migliore regista, la prima donna dal 1984.

«Io sì» di Laura Pausini, dal film «La vita davanti a sé» di Edoardo Ponti con Sofia Loren, è invece la migliore canzone originale del 2020. La musica è frutto di una collaborazione di Diane Warren, Laura Pausini e Niccolò Agliardi. «Grazie mille» ha detto la Pausini incredula nel corso della diretta sulla NBC.

I Golden Globes incoronano «Nomadland» e Laura Pausini

Catherine O’Hara e’ la migliore attrice protagonista di una serie comica televisiva. La serie, «Schitt’s Creek» aveva già fatto piazza pulita agli Emmy. I Golden Globe premiano il meglio del cinema e della tv dell’ultimo anno in 25 categorie.

Ad Aaron Sorkin il premio per la miglior sceneggiatura in un film drammatico per «Trial of the Chicago 7». Il film di Netflix con Sasha Baron Cohen nella parte del padre degli yippies Abbie Hoffmann è uno dei favoriti agli Oscar.

«Schitt’s Creek» è la miglior serie comica/musical del 2020 secondo la Hollywood Foreign Press Association che ha premiato la sesta e ultima stagione dello show ideato di Daniel Levy con un Golden Globe. «Speriamo che il prossimo anno questa cerimonia possa includere più diversità», ha detto Dan Levy, il creatore della serie di Pop Tv adottata l’anno scorso da Netflix e che ha fatto piazza pulita agli ultimi Emmy.

Il ‘principe Carlo’ e ‘Lady Diana’ vincono i Golden Globe: Josh O’Connor e Emma Corrin, i due attori britannici che interpretano la parte della coppia reale nella serie «The Crown», sono i premiati come miglior attore e attrice protagonisti in una serie drammatica.

«Minari» e’ il miglior film straniero del 2020. Fuori gioco «la Vita davanti a sé» di Edoardo Ponti che era entrato nella cinquina delle nomination. Scritto e diretto da Lee Isaac Chung, il film semi-autobiografico racconta la storia di una famiglia sudcoreana che cerca di ricrearsi una vita nell’America rurale degli anni Ottanta.

«Borat Subsequent Movie Film» e’ il miglior film comico dell’anno: Sasha Baron Cohen ha accettato il Golden Globe ringraziando «la giuria tutta bianca» della Hollywood Foreign Press e rendendo omaggio alla sua co-star, la giovanissima attrice bulgara Maria Bakalova: «Senza di lei questo film sarebbe stato impossibile»

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Cultura & Società
  • 1
  • 1