Il coro non si è fermato ma la magia non è proprio la stessa

Tradizioni

Un gruppo che è rimasto saldo e non ha smesso di cantare, quello dei Cantori delle Cime: lo ha fatto ingegnandosi e sfruttando anche le nuove tecnologie

Il coro non si è fermato ma la magia non è proprio la stessa
Concerto del 24 novembre 2019 dei Cantori delle Cime al LAC. ©CdT/Gabriele Putzu

Il coro non si è fermato ma la magia non è proprio la stessa

Concerto del 24 novembre 2019 dei Cantori delle Cime al LAC. ©CdT/Gabriele Putzu

L’atmosfera natalizia si trasmette attraverso molti fattori. Le decorazioni, l’attesa, il pensiero rivolto a chi riceverà i nostri regali, i mercatini, la preparazione di manicaretti. Alcuni di questi riti, in questo periodo anomalo, non si sono potuti tenere. Tra questi, c’è anche il canto che abitualmente invade le chiese e le scuole in particolar modo nel periodo natalizio.

«Per noi lo stop è iniziato a febbraio»

«Pensi che per noi, lo stop (imposto dalle autorità federali come misura contro la diffusione del coronavirus, ndr), in qualche modo, vige già dalla primavera», ci racconta il presidente dei Cantori delle Cime Ennio Balmelli (nella foto sopra). «Nella settimana di carnevale dell’anno scorso, il 24 di febbraio del 2020, tutto il nostro gruppo allargato – una settantina di persone...

Vuoi leggere di più?

Sottoscrivi un abbonamento per continuare a leggere l’articolo.
Scopri gli abbonamenti al Corriere del Ticino.

Abbonati a 9.- CHF

Hai già un abbonamento? Accedi

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Cultura & Società
  • 1

    Le inquietutidini di Piranesi, immaginatore dell’antichità

    Storia

    A trecento anni dalla nascita la poliedrica figura di Giambattista Piranesi continua ad affascinare gli studiosi e a sedurre, influenzandoli, molti personaggi del mondo della Cultura
    Incisore, archeologo, architetto e antiquario, rileggiamo il genio artistico del grande veneziano

  • 2
  • 3

    Si è spento Phil Spector

    Lutto

    Il produttore musicale è morto per complicanze legate al coronavirus: stava scontando una condanna per l’assassinio di Lara Clarkson

  • 4

    Quando il giallo svizzero guarda alla Scandinavia

    Televisione

    Arriva questa sera su RSI La1 (ore 21.55) la terza stagione della serie poliziesca della SRF con protagonista la poliziotta bernese Rosa Wilder che ha dato uno scossone qualitativo alla serialità nazionale

  • 5
  • 1
  • 1