Il gap tra ricchi e poveri raccontato in un film

L’intervista

Il regista coreano Bong Joon-ho parla del film con il quale si è aggiudicato la Palma d’oro a Cannes

Il gap tra ricchi e poveri raccontato in un film
Un momento del film. © Filmcoopi

Il gap tra ricchi e poveri raccontato in un film

Un momento del film. © Filmcoopi

Il gap tra ricchi e poveri raccontato in un film

Il gap tra ricchi e poveri raccontato in un film

Bong Joon-ho, il regista di Parasite (da domani in sala) e il suo attore feticcio Song Kang-ho (che ha ricevuto l’Excellence Award) sono stati ospiti del Festival di Locarno nell’agosto scorso. Ecco ciò che ci ha raccontato il vincitore della Palma d’oro 2019.

Parasite si può leggere come una metafora della società coreana?

«Allo stesso modo che in Song Kang-ho, potete riconoscere delle caratteristiche veramente coreane nei personaggi e nelle situazioni del film, ma penso che i suoi temi e il panorama di base siano universali, perché riguardano il divario tra ricchi e poveri. La gente che rappresento in Parasite è gente normale, che si può incontrare nella vita di tutti i giorni, raccontata in situazioni pratiche perfettamente riconoscibili».

Questo film racconta anche il grande gap sociale...

Vuoi leggere di più?

Sottoscrivi un abbonamento per continuare a leggere l’articolo.
Scopri gli abbonamenti al Corriere del Ticino.

Abbonati a 9.- CHF

Hai già un abbonamento? Accedi

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Cultura & Società
  • 1
  • 1