«Il mio primo film svuotò la sala»

LOCARNO 72

ll regista svizzero Fredi Murer, Pardo alla carriera 2019, racconta il suo esordio nel cinema

 «Il mio primo film svuotò la sala»
Fredi Murer (Foto Keystone)

«Il mio primo film svuotò la sala»

Fredi Murer (Foto Keystone)

 «Il mio primo film svuotò la sala»

«Il mio primo film svuotò la sala»

Il calcio è tornato ad impadronirsi dello schermo di Piazza Grande ieri sera con il documentario di Asif Kapadia su Diego Armando Maradona (cfr. articolo a lato). Era già accaduto nel 2002 con il lungometraggio Bend it like Beckham (Sognando Beckham) della regista anglo-indiana Gurinder Chadha che si era aggiudicata il Premio del pubblico. Il calcio ha poi fatto la sua ricomparsa...

Vuoi leggere di più?

Sottoscrivi un abbonamento per continuare a leggere l’articolo.
Scopri gli abbonamenti al Corriere del Ticino.

Abbonati a 9.- CHF

Hai già un abbonamento? Accedi

©CdT.ch - Riproduzione riservata
Ultime notizie: Cultura & Società
  • 1

    Lo scrigno segreto di Rita Pavone

    Musica

    Ad un mese dalla sua clamorosa partecipazione al Festival di Sanremo, la cantante pubblica «RaRità» un doppio album con alcuni dei più singolari gioielli del suo cinquantennale repertorio e non solo

  • 2
  • 3
  • 4

    Informazione e emotività

    La riflessione

    Le vicende delle ultime settimane evidenziano i limiti dell’odierno universo massmediatico incapace di mantenere le distanze da una narrazione emozionale che, anzi, ha cavalcato con un eccessivo e pericoloso narcisismo

  • 5
  • 1
  • 1