Il mondo contadino durante il Rinascimento

teatro

Sui palcoscenici di Chiasso (venerdì alle 20.30) e di Locarno (sabato alle 20.30 e domenica alle 17.00) Natalino Balasso porta in scena «Amori disperati in tempo di guerra», pièce in cui rivisita l’opera del Ruzante, attore e drammaturgo del XVI secolo tra gli inventori della commedia e della farsa dai risvolti politici e sociali

Il mondo contadino durante il Rinascimento
L’attore, drammaturgo e scrittore veneto Natalino Balasso, 61 anni. (Foto di Tommaso LePera)

Il mondo contadino durante il Rinascimento

L’attore, drammaturgo e scrittore veneto Natalino Balasso, 61 anni. (Foto di Tommaso LePera)

Antonio Beolco detto il Ruzante: chi era costui? Sebbene Dario Fo lo abbia ripetutamente definito la sua principale fonte di ispirazione nonché «il più grande autore di teatro che l’Europa abbia avuto nel Rinascimento» e gli storici abbiano da qualche tempo iniziato a rivalutarne la figura, per buona parte dell’universo teatrale è ancora oggi un perfetto Carneade. E questo a causa di un oblio nel quale la sua produzione è stata per secoli confinata per varie ragioni: perché proveniente da un periodo non tra i più noti della storia della drammaturgia – la prima parte del XVI secolo, dunque vari decenni prima dell’entrata in scena dei grandi padri del teatro europeo Molière e Shakespeare; perché si esprimeva in una lingua non proprio... universale (il pavano, antica e ormai scomparsa parlata...

Vuoi leggere di più?

Sottoscrivi un abbonamento per continuare a leggere l’articolo.
Scopri gli abbonamenti al Corriere del Ticino.

Abbonati a 9.- CHF

Hai già un abbonamento? Accedi

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Cultura & Società
  • 1
  • 1