Il Pardo d’oro va a Pedro Costa

festival locarno 72

Il premio sarà consegnato al vincitore del Locarno Festival questa sera in piazza Grande - La protagonista conquista il titolo di miglior attrice

Il Pardo d’oro va a Pedro Costa
(KEYSTONE/Urs Flueeler)

Il Pardo d’oro va a Pedro Costa

(KEYSTONE/Urs Flueeler)

Il Pardo d’oro va a Pedro Costa

Il Pardo d’oro va a Pedro Costa

Il Pardo d’oro va a Pedro Costa
(KEYSTONE/Urs Flueeler)

Il Pardo d’oro va a Pedro Costa

(KEYSTONE/Urs Flueeler)

Il Pardo d’oro va a Pedro Costa
(KEYSTONE/Urs Flueeler)

Il Pardo d’oro va a Pedro Costa

(KEYSTONE/Urs Flueeler)

Il Pardo d’oro va a Pedro Costa
(KEYSTONE/Urs Flueeler)

Il Pardo d’oro va a Pedro Costa

(KEYSTONE/Urs Flueeler)

LOCARNO - È il film portoghese «Vitalina Varela» di Pedro Costa ad aggiudicarsi il Pardo d’oro alla 72.esima edizione del Festival di Locarno e il premio per la migliore interpretazione femminile. La Giuria internazionale, presieduta dalla regista e scrittrice francese Catherine Breillat, ha annunciato i nomi dei vincitori oggi pomeriggio a Locarno. Le statuette saranno consegnate questa sera in Piazza Grande.

«Vitalina Varela», che è anche il nome dell’attrice che lo interpreta, è stato uno dei favoriti della critica. Il film, lento, girato quasi esclusivamente al buio, affascina con un’immagine quasi magica e l’eccezionale performance della protagonista.

Per gli organizzatori del Festival l’edizione 2019, la prima sotto la direzione artistica di Lili Hinstin, si è conclusa con successo.

«Difficile scegliere un momento che racchiuda e racconti undici giorni di Festival - Si legge in una nota odierna -. Locarno72 è stato 245 film e 432 proiezioni, la tenerezza di Fredi M. Murer e la grinta di Hilary Swank, l’affiatamento di SONG Kang-ho e BONG Joon-ho e la visione di Claire Atherton, il temperamento esuberante di John Waters e il genio creativo di Enrico Ghezzi. E ancora i 9300 spettatori che hanno gremito la Piazza Grande per Tarantino e Joseph Gordon-Levitt (7500). L’apertura con «Magari», il film d’esordio di Ginevra Elkann e la chiusura con «Tabi No Owari Sekai No Hajimari (To the Ends of the Earth)» di Kiyoshi Kurosawa».

Ecco gli altri premi assegnati dalla giuria del Concorso internazionale:

Premio speciale della giuria – Comuni di Ascona e Locarno
PA-GO (Height of the Wave) di PARK Jung-bum, Corea del Sud

Pardo per la migliore regia – Città e Regione di Locarno
Damien Manivel per LES ENFANTS D’ISADORA, Francia/Corea del Sud

Pardo per la migliore interpretazione maschile
Regis Myrupu per A FEBRE di Maya Da-Rin, Brasile/Francia/Gremania

Menzioni speciali
HIRUK-PIKUK SI AL-KISAH (The Science of Fictions) di Yosep Anggi Noen, Indonesia/Malesia/Francia
MATERNAL di Maura Delpero, Italia/Argentina

©CdT.ch - Riproduzione riservata
Ultime notizie: Cultura & Società
  • 1
  • 1