«In letteratura è la forma a fare davvero la differenza»

L’intervista

Lo scrittore turgoviese Peter Stamm sarà tra gli ospiti più attesi della XV edizione di Babel

 «In letteratura è la forma a fare davvero la differenza»

«In letteratura è la forma a fare davvero la differenza»

Lo scrittore turgoviese Peter Stamm sarà ospite della XV edizione di Babel che si terrà dal 17 al 20 settembre a Bellinzona. Il suo ultimo libro, La dolce indifferenza del mondo (Casagrande, 2020), ha vinto lo Schweizer Buchpreis, mentre la sua nuova raccolta di racconti, Wenn es dunkel wird, uscirà nei prossimi giorni in tedesco. Lo abbiamo intervistato in anteprima.

Peter Stamm, diversi dei suoi libri sono ambientati negli Stati Uniti, qual è il suo rapporto con l’America?

«Mia madre quando era giovane ha trascorso diversi anni a Washington, sono cresciuto ascoltando le sue storie sugli Stati Uniti degli anni Cinquanta e ascoltando la musica di Pat Boone e Perry Como. Quindi per me gli Stati Uniti non erano un Paese sconosciuto, ma forse idealizzato. Amavo molto il Nord America, soprattutto...

Vuoi leggere di più?

Sottoscrivi un abbonamento per continuare a leggere l’articolo.
Scopri gli abbonamenti al Corriere del Ticino.

Abbonati a 9.- CHF

Hai già un abbonamento? Accedi

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Cultura & Società
  • 1

    L’uomo del Cinema dice basta: «Ma non è un addio»

    STORIE

    Acquarossa, dopo mezzo secolo Fernando Ferrari ha lasciato ogni ruolo in seno alla struttura bleniese - È l’occasione per ripercorrere le tappe principali della sala inaugurata nel 1957: «La valle ha sempre risposto presente e noi abbiamo il nostro zoccolo duro»

  • 2

    Che estate con l’Olimpio e i Vad Vuc

    CONCERTI

    Campo Blenio: gli Sgaffy e la band momò vanno ad impreziosire un cartellone ricco che prevede altresì attività per bambini, eventi e feste - L’epicentro delle manifestazioni sarà il Parco Saracino con la sua rinfrescante pineta

  • 3

    Morto lo scultore solettese Schang Hutter

    cultura

    L’artista si è spento all’età di 86 anni in seguito a una grave malattia - Fra le sue sculture più note lo «Sterbender Häftling» (prigioniero morente, 1964-1972), uno dei monumenti più importanti dedicato alle vittime dei campi di concentramento

  • 4

    Quelle storie rovesciate che cambiano la lettura

    La riflessione

    Il mercato librario italiano è sempre più dominato dai manga, la versione nipponica del fumetto in cui il racconto è affidato principalmente alle immagini – Un genere che fa breccia soprattutto tra le nuove generazioni e che rischia di stravolgere il concetto occidentale di narrazione

  • 5

    «Ghettolimpo», il concept multimediale di Mahmood

    La recensione

    Secondo album per il vincitore di Sanremo 2019 che, muovendosi tra sonorità trap e pop con un sapente uso dell’elettronica, amplia il mero concetto di prodotto discografico attraverso connessioni con il videogaming, la tv, i fumetti –Una geniale commistione artistica e di marketing in cui nulla è lasciato al caso

  • 1
  • 1