Jean Starobinski disegna i due volti del pensiero di Rousseau

Pubblicazioni

Nella raccolta di saggi «Accusare e sedurre» edita da Armando Dadò con una prefazione di Carlo Ossola

 Jean Starobinski disegna i due volti del pensiero di Rousseau
Il pensatore ginevrino Jean Starobinski, scomparso lo scorso anno all’età di 98 anni.

Jean Starobinski disegna i due volti del pensiero di Rousseau

Il pensatore ginevrino Jean Starobinski, scomparso lo scorso anno all’età di 98 anni.

L’editore Dadò ha fatto un’operazione culturale di notevole rilevanza dando alle stampe l’edizione italiana del libro Accuser et séduire di Jean Starobinski. Il volume - che raccoglie dodici contributi del grande critico letterario e medico ginevrino su Jean Jacques Rousseau, apparsi singolarmente dal 1972 al 2012 – rappresenta l’atto conclusivo di un lungo cammino di fedeltà di Starobinski all’illustre Citoyen de Genève, autore del Contrat social, del Discours sur les inégalités e delle Confessions. Cammino iniziato nel 1957 con il saggio La transparence et l’obstacle. Starobinski scopre Rousseau giovanissimo, in quel cenacolo di studi straordinario (e vera comunità fra maestri e allievi) che fu la cosiddetta Ecole de Genève, dove esercitavano il proprio magistero accademico i francesisti...

Vuoi leggere di più?

Sottoscrivi un abbonamento per continuare a leggere l’articolo.
Scopri gli abbonamenti al Corriere del Ticino.

Abbonati a 9.- CHF

Hai già un abbonamento? Accedi

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Cultura & Società
  • 1
  • 1