L’Italia che cambia nelle canzoni di Lucio Dalla

Berlinale 2021

Nel documentario fuori concorso «Per Lucio» diretto da Pietro Marcello

 L’Italia che cambia nelle canzoni di Lucio Dalla
Lucio Dalla in concerto a Campione nel 2004. © CDT/ARCHIVIO

L’Italia che cambia nelle canzoni di Lucio Dalla

Lucio Dalla in concerto a Campione nel 2004. © CDT/ARCHIVIO

 L’Italia che cambia nelle canzoni di Lucio Dalla
«Petite maman» di Céline Sciamma.

L’Italia che cambia nelle canzoni di Lucio Dalla

«Petite maman» di Céline Sciamma.

Ancora musica sugli schermi della Berlinale 2021: dopo il documentario su Tina Turner, è toccato a Lucio Dalla, il cantautore bolognese scomparso nel 2012 che proprio oggi avrebbe compiuto 78 anni. Diversamente da Tina, Per Lucio di Pietro Marcello è un abbozzo poetico ed affettuoso che non ha la pretesa di raccontare l’intera parabola artistica ed umana di un personaggio poliedrico, sorprendente e per molti versi ancora segreto. Il regista di Martin Eden e di La bocca del lupo compie alcune scelte drastiche ma acute. In primo luogo, tra tutti coloro che avrebbe potuto intervistare privilegia due personaggi che hanno conosciuto il Dalla uomo oltre che l’artista: il manager di tutta la sua carriera, Umberto Righi detto Tobia, e l’amico d’infanzia, nonché filosofo, Stefano Bonaga. Pesca poi...

Vuoi leggere di più?

Sottoscrivi un abbonamento per continuare a leggere l’articolo.
Scopri gli abbonamenti al Corriere del Ticino.

Abbonati a 9.- CHF

Hai già un abbonamento? Accedi

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Cultura & Società
  • 1
  • 1