L’ultimo monito dei sopravvissuti alla Shoah

Mostre

La Fondazione Gamaraal dà voce alle testimonianze dei superstiti dell’Olocausto

L’ultimo monito dei sopravvissuti alla Shoah
Nina Weil, ad Auschwitz era soltanto il numero 71978.

L’ultimo monito dei sopravvissuti alla Shoah

Nina Weil, ad Auschwitz era soltanto il numero 71978.

Alla mezzanotte mancano ormai pochi, pochissimi istanti. Quando anche l’ultimo dei sopravvissuti all’abominio nazista non potrà più raccontare direttamente ciò che è stato, insieme alla tristezza e al dovere del ricordo per chi ha vissuto ciò che nessuno meriterebbe mai di vivere, per l’umanità intera si aprirà una fase nuova, una sfida della memoria che metterà a dura prova tutte...

Vuoi leggere di più?

Sottoscrivi un abbonamento per continuare a leggere l’articolo.
Scopri gli abbonamenti al Corriere del Ticino.

Abbonati a 9.- CHF

Hai già un abbonamento? Accedi

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Cultura & Società
  • 1
  • 1