La spietata esattezza del «maestrissimo»

Personaggi

Arturo Toscanini nella monumentale biografia scritta dal musicologo Harvey Sachs

 La spietata esattezza del «maestrissimo»
Iconico Toscanini fu, anche nell’immaginario collettivo, insuperato cultore del perfezionismo esecutivo che lo rese il più ammirato (e temuto) direttore d’orchestra della storia.

La spietata esattezza del «maestrissimo»

Iconico Toscanini fu, anche nell’immaginario collettivo, insuperato cultore del perfezionismo esecutivo che lo rese il più ammirato (e temuto) direttore d’orchestra della storia.

Le mille e duecento pagine del musicologo americano Harvey Sachs sono la dettagliatissima biografia di Arturo Toscanini (1867-1957), la storia della musica dalla fine del XIX secolo agli anni Cinquanta del Novecento e il resoconto di innumerevoli interpretazioni meravigliose, controverse e sbagliate. Vicende accanto a giganti come Verdi, Mahler, Puccini, Mascagni, Leoncavallo, Boito, Debussy, Ravel, Stravinsky, Pizzetti e altri, a cantanti come Caruso, Di Stefano, Gigli, Pinza, Toti Dal Monte, Pertile e a puntigliosi e litigiosi editori di testi musicali come i milanesi Giulio Ricordi e Edoardo Sonzogno, riempiono la vita di Toscanini. È stata straordinaria per talento, intelligenza, capacità di lavoro e disciplina. Toscanini è stato uno dei tre sommi direttori d’orchestra di quel periodo....

Vuoi leggere di più?

Sottoscrivi un abbonamento per continuare a leggere l’articolo.
Scopri gli abbonamenti al Corriere del Ticino.

Abbonati a 9.- CHF

Hai già un abbonamento? Accedi

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Cultura & Società
  • 1

    L’infelicità dell’homo sedens

    Società

    Secondo l’etnologo francese Pascal Dibie, «l’ufficio è uno strumento del capitalismo che non cerca di rendere felici gli impiegati e il telelavoro è un disastro»

  • 2

    Le dissonanze di Derain

    Arte

    Il Museo d’Arte di Mendrisio propone una grande mostra antologica che ripercorre la poliedrica parabola
    del rivoluzionario, inquieto e controverso pittore francese - Un personaggio iconico capace di anticipare e trasformare le maggiori correnti del Novecento grazie alla sua creatività vulcanica e al suo inesausto bisogno di verità

  • 3

    Addio a Juliette Gréco, la musa dell’esistenzialismo

    musica

    Si è spenta a 93 anni una delle grandi protagoniste della scena artistica francese ed europea del secondo dopoguerra - Protagonista «di una vita fuori dal comune» ha ispirato moltissimi artisti: da Prévert a Brel, da Sartre a Gainsbourg a Miles Davis

  • 4
  • 5
  • 1
  • 1