Le anatre di Central Park e il silenzio

La riflessione

Avendo trasformato la parola incompetenza in sinonimo di ignoranza, ignoranza in sinonimo di pochezza se non di stupidità, si è generata una filiera perversa che obbliga chiunque a mostrarsi, a esprimersi, ad attraversare terreni non suoi

 Le anatre di Central Park e il silenzio

Le anatre di Central Park e il silenzio

In un famoso romanzo di J.D. Salinger, Il giovane Holden, a un certo punto il protagonista si chiede: «Io abito a New York, e pensavo al laghetto di Central Park, vicino a Central Park South. Chi sa se quando arrivavo a casa l’avrei trovato gelato, mi domandavo, e se era gelato, dove andavano le anatre? Chi sa dove andavano le anatre quando il laghetto era tutto gelato e col ghiaccio sopra. Chi sa se qualcuno andava a prenderle con un camion per portarle allo zoo o vattelappesca dove. O se volavano via». Dove vanno la anatre di Central Park quando il lago ghiaccia, è una domanda che generazioni di lettori si fanno da 60 anni, e la risposta non si trova mai. Salinger scomparve a 91 anni nel 2010, e tutta la sua scrittura, le sue opere, rimasero così, come le anatre di Central Park d’inverno....

Vuoi leggere di più?

Sottoscrivi un abbonamento per continuare a leggere l’articolo.
Scopri gli abbonamenti al Corriere del Ticino.

Abbonati a 9.- CHF

Hai già un abbonamento? Accedi

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Cultura & Società
  • 1
  • 1