Moon & Stars 2019

Le grandi voci del sabato sera

Piazza Grande stracolma ed entusiasmo alle stelle per le performance de Il Volo ed Emeli Sandé

Le grandi voci del sabato sera

Le grandi voci del sabato sera

Le grandi voci del sabato sera

Le grandi voci del sabato sera

Le grandi voci del sabato sera

Le grandi voci del sabato sera

Le grandi voci del sabato sera

Le grandi voci del sabato sera

Le grandi voci del sabato sera
Servizio fotografico di Chiara Zocchetti

Le grandi voci del sabato sera

Servizio fotografico di Chiara Zocchetti

Se venerdì sera avevamo un po’ storto il naso di fronte ad una serie di performance non proprio impeccabili dal profilo musicale e canoro, il sabato sera di Moon & Stars ha riconciliato tutti con quelle che dovrebbe essere le prerogative di un concerto: far ascoltare buona musica ben suonata e cantata. Due condizioni perfettamente rispettate sia dai tre tenorini de Il Volo (anche se in realtà i tenori sono solo due, il terzo è un baritono) sia da una Emeli Sandé confermatasi una delle regine del soul contemporaneo, e non solamente europeo.

Le grandi voci del sabato sera

Ma partiamo dal trio classic-pop italiano composto da Piero Barone, Ignazio Boschetto (tenori) e Gianluca Ginoble (baritono) che può piacere o meno in quanto a stile canoro (il belcanto, ancorché considerato in tutto il mondo l’emblema dell’italianità canora, in patria e da noi non gode troppi consensi) ma che è assolutamente inappuntabile. Le voci dei tre ragazzi sono infatti ottimamente impostate, l’affiatamento è perfetto e anche il repertorio da loro scelto non fa una grinza: una dozzina di classici della tradizione melodica della Penisola (da Il mondo a L’immensità, da Lontano dagli occhi ad Almeno tu nell’universo all’immancabile Volare), 4-5 canzoni proprie (tra cui i singoli sanremesi Grande amore e Musica che resta) ed un paio di standard internazionali come My Way e Love Story. Il tutto accompagnato da un’orchestra classica di una ventina di elementi (la Filarmonia Veneta) e da un complesso pop: un organico sontuoso capace di offrire un ideale tappeto sonoro alle performance dei tre, esibitisi sia assieme, sia ritagliandosi, ciascuno, propri spazi personali ma sempre nel segno di una continuità e di un equilibrio interpretativo che non è mai venuto meno. Gli eredi incontrastati di Bocelli, insomma, che il pubblico ha apprezzato tributando loro lunghi e appassionati applausi.

Loading the player...
«Grande amore», la canzone con cui Il Volo ha chiuso il suo concerto a Moon & Stars

Applausi che sono poi divenuti ancora più forti ed entusiasti durante la performance di Emeli Sandé. La cantautrice britannica, a dispetto della sua ancor giovane età e di una discografia non particolarmente fornita, è infatti prontissima a rivendicare lo scettro di regina del soul lasciato vacante dalla scomparsa di Aretha Franklin.

Loading the player...
La grinta e l’energia di Emeli Sandé sul palco di Moon & Stars.

Perché quello che propone Emeli è soul con la «esse» maiuscola, fatto di eccellenti composizioni, arrangiamenti molto più vicini alla tradizione gospel & spiritual che alle attuali tendenze elettroniche (ma che non suonano vecchi, anzi...) ed un’interpretazione intensa e vibrante, ulteriormente rafforzata da un potente coro a supporto della sua splendida voce. Canzoni, le sue, capaci di toccare le corde dell’emozione e nel contempo di provocare scariche di adrenalina: dalla potente Breathing Underwater proposta in apertura, all’emozionante Clown eseguita dalla cantante al pianoforte, fino alle nuove Survivor, Sparrow e Shine e ad una trascinante Extraordinary Being alla quale il pubblico ha tributato tre lunghi minuti di applausi che hanno quasi bloccato il prosieguo del concerto. Sì, lo possiamo già tranquillamente affermare: la regina di Moon & Stars 2019 è lei...

Loading the player...
«Sparrow» uno dei brani contenuti nel nuovo disco di Emeli Sandé, in uscita a settembre, e presentato in anteprima a Locarno.
©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

  • 1
Ultime notizie: Cultura & Società
  • 1