Le note di Fauré risuonano a Trevano

musica

Tra i resti del castello demolito nel 1961, La Via Lattea rievoca il legame tra il grande compositore francese e Lugano - IL VIDEO

Le note di Fauré risuonano a Trevano
© CdT

Le note di Fauré risuonano a Trevano

© CdT

Una piacevole alchimia tra la storia del territorio e la grande musica internazionale, che ha incantato il numeroso pubblico accorso per la diciassettesima edizione de La Via Lattea, che quest’anno ha avuto luogo nell’area dove un tempo sorse il Castello di Trevano.

La storia della “Chateau de la musique”, voluta dal barone russo Paul von Derwies negli anni ’70 del 1800, si incrocia infatti con quella del grande compositore francese Gabriel Fauré, protagonista dei pomeriggi di pellegrinaggio artistico promossi dal Teatro del Tempo di Vacallo, il quale aveva scelto Lugano come “buen retiro” e meta ispiratrice per le sue composizioni, come la sua unica opera Pénélope. Nelle sue estati trascorse sulle rive del Ceresio, tra il 1909 e il 1913, Fauré è stato ospite, invitato dall’allora proprietario Louis Lombard, proprio del castello fatto esplodere, non senza rimpianti, nel 1961 dopo una discussa votazione del Gran Consiglio.

Il Corriere del Ticino era presente a questo particolare evento, raccogliendo le voci (e la musica) dei protagonisti.

Loading the player...
©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Cultura & Società
  • 1

    Mara Maionchi positiva al coronavirus

    Pandemia

    La nota produttrice discografica sarebbe ricoverata in un ospedale di Milano e le sue condizioni non desterebbero preoccupazioni - Si teme un focolaio sul set del programma «Italia’s got Talent»

  • 2

    Tra gli antichissimi dipinti del nostro Medioevo

    Il decodificatore

    Irene Quadri ci racconta i capolavori della pittura muraria tra XI e XIII secolo - Un libro fresco di stampa per raccontare il ricco patrimonio artistico ancora visibile nel Cantone

  • 3
  • 4

    Venduti all’asta i manoscritti di Hitler

    Germania

    I tre acquirenti si sono aggiudicati i documenti del Fürher per la cifra complessiva di quasi 190 mila di euro - Il presidente delle organizzazioni ebraiche: «Ciò che è appartenuto a lui e alla sua epoca non deve avere alcun mercato»

  • 5

    Castelli di carta, ecco i vincitori

    Cultura

    La giuria ha premiato negli scorsi giorni nove adulti e quattro ragazzi che si sono distinti con i loro racconti al concorso letterario promosso dalla Biblioteca cantonale di Bellinzona

  • 1
  • 1