Le passioni pittoriche di Renata Scapozza

Personaggi

L’artista bleniese si racconta a margine della personale che la celebra a Malvaglia

 Le passioni pittoriche di Renata Scapozza
L’artista al lavoro nel suo atelier di Cresciano. (Foto Reguzzi)

Le passioni pittoriche di Renata Scapozza

L’artista al lavoro nel suo atelier di Cresciano. (Foto Reguzzi)

Renata L. Scapozza è una presenza storica della pittura in Ticino. Ha alle spalle un percorso importante, sempre caratterizzato da originalità e ricerca, continua a dipingere con la passione di sempre e con spirito propositivo. Lo conferma l’esposizione all’Atelier Titta Ratti di Malvaglia, dove presenta due serie distintive del suo percorso espressivo – «Momenti diversi» e «Astratte passioni», accompagnati da un pacchetto di disegni a matita - con opere degli ultimi vent’anni, che però variamente si raccordano all’intera sua storia pittorica. Che inizia con una sorta di precoce vocazione al disegno («era il mio modo preferito di comunicare e, al tempo stesso, di racchiudermi dentro me stessa e di coltivare il rapporto con la realtà, interiore ed esteriore») con la quale interpreta anche una...

Vuoi leggere di più?

Sottoscrivi un abbonamento per continuare a leggere l’articolo.
Scopri gli abbonamenti al Corriere del Ticino.

Abbonati a 9.- CHF

Hai già un abbonamento? Accedi

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Cultura & Società
  • 1
  • 1