«Luna Park», pillola colorata per ritrovare il gusto del teatro

lac

Il nuovo, breve ma intenso, spettacolo di Daniele Finzi Pasca e della sua Compagnia

«Luna Park», pillola colorata per ritrovare il gusto del teatro
Venti minuti che passano in un attimo © CDT/GABRIELE PUTZU

«Luna Park», pillola colorata per ritrovare il gusto del teatro

Venti minuti che passano in un attimo © CDT/GABRIELE PUTZU

«Luna Park», pillola colorata per ritrovare il gusto del teatro

«Luna Park», pillola colorata per ritrovare il gusto del teatro

Cosa può provare un uomo (o una donna) di teatro che si trova ad affrontare un periodo di crisi nera, come quello che stiamo tuttora vivendo, senza la possibilità né di realizzare i progetti ideati da tempo e ormai pronti a partire né di continuare un’avventura collettiva condivisa con un gruppo di collaboratori che sono prima di tutto degli amici fraterni? Può provare un enorme senso di smarrimento e frustrazione, ammalarsi, scivolare poco a poco nella depressione, addirittura decidere di cambiare mestiere salvo poi ricredersi cinque minuti dopo. Oppure può reagire, non solo cercando di adattarsi alle inedite contingenze ma sfruttandole per rovesciare la situazione, per far sì che quel microscopico nemico invisibile, che da sei mesi ci tiene in scacco condizionando le nostre vite, si trasformi...

Vuoi leggere di più?

Sottoscrivi un abbonamento per continuare a leggere l’articolo.
Scopri gli abbonamenti al Corriere del Ticino.

Abbonati a 9.- CHF

Hai già un abbonamento? Accedi

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Cultura & Società
  • 1
  • 1