Marcello Foa: «Anche la tv pubblica deve adeguarsi alle nuove tecnologie»

L’intervista

Sull’onda del grande successo ottenuto dal recente festival di Sanremo anche in Rete, un’analisi, con il presidente della RAI, della televisione pubblica del futuro

 Marcello Foa: «Anche la tv pubblica deve adeguarsi alle nuove tecnologie»

Marcello Foa: «Anche la tv pubblica deve adeguarsi alle nuove tecnologie»

Sanremo 2020 ha segnato uno spartiacque per la tv italiana: per la prima volta uno degli eventi cardine della RAI è stato sviluppato in egual misura per i canali via etere e per internet dove, con il portale RaiPlay, il servizio pubblico italiano si sta profilando come un aggressivo «competitor» delle grandi piattaforme streaming. Di questa svolta ne abbiamo parlato con il presidente della RAI Marcello Foa.

Partiamo dal recente festival di Sanremo. Si aspettava un tale successo e come l’ha vissuto?«I risultati ottenuti mi riempiono di soddisfazione. Soprattutto perché ci auguravamo che fosse un momento di svago e divertimento e ciò è stato. Personalmente è stato inoltre appassionante vedere come l’azienda, dietro le quinte, si sia mossa. E questo è un aspetto che non mi stanco di sottolineare....

Vuoi leggere di più?

Sottoscrivi un abbonamento per continuare a leggere l’articolo.
Scopri gli abbonamenti al Corriere del Ticino.

Abbonati a 9.- CHF

Hai già un abbonamento? Accedi

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Cultura & Società
  • 1

    Il tempo stringe per i festival musicali

    coronavirus

    I grandi appuntamenti come il Paléo di Nyon e il Montreux Jazz attendono con impazienza una decisione del Consiglio federale per capire come muoversi in un’estate inevitabilmente condizionata dall’epidemia

  • 2

    Il River Plate, storia di una passione a forma di pallone

    CALCIO E TELEVISIONE

    In questo periodo di assenza forzata dello sport giocato, ripercorriamo i successi più epici del club argentino attraverso il docu-film di Netflix - Fra calciatori diventati miti ed allenatori fuori dagli schemi, e una tifoseria da brividi

  • 3

    Il country piange John Prine

    Musica

    Morto a Nashville a 73 anni per le conseguenze del coronavirus uno dei personaggi più popolari della scena statunitense che ispirò Bob Dylan e Johnny Cash

  • 4

    Ora è il tempo di leggere

    Editoria

    Breve panoramica, forzatamente incompleta, sulle tante proposte digitali gratuite degli operatori italiani del settore

  • 5

    Festate slitta di un anno

    Annullata l’edizione 2020 - Il Festival di culture e musiche del mondo sposta l’appuntamento al 2021

  • 1
  • 1